IL DISTRETTO DELLA TOSCANA SOSTIENE YARE

IL DISTRETTO DELLA TOSCANA SOSTIENE YARE

Il Distretto tecnologico per la nautica e la portualità è stato costituito ufficialmente  nel 2016. La rete di imprese è composta da Navigo, in qualità di capofila del progetto, insieme a Navicelli Pisa Spa e al Consorzio Tecnologico Magona. Tre soggetti che insieme guidano e partecipano a uno tra i poli distretti regionali più grandi e attivi, al quale già aderiscono 200 imprese, 11 centri di competenza e servizi, 20 organismi di ricerca e 39 infrastrutture di ricerca industriale e trasferimento tecnologico.

Navigo, centro di innovazione e di sviluppo della nautica, 130 imprese fra le più importanti del settore: nel corso di 10 anni di attività ha realizzato oltre 120 progetti di innovazione, ricerca e sviluppo, internazionalizzazione e prodotto oltre  10 milioni di finanziamento per le imprese.

 

01_160405_guido_mencari_viareggio_yare-128_web

 

Il settore della nautica rappresenta per la Toscana una delle più importanti scommesse sul proprio sviluppo futuro, in termini di imprenditorialità e di occupazione, caratterizzato da una indiscussa leadership sui mercati internazionali di un comparto economico di grande rilevanza che comprende, oltre alla produzione nautica dei grandi cantieri, anche le piccole realtà produttive di tipo artigianale che convivono con imprese leader internazionali. Anche per quanto riguarda la portualità, la Toscana gioca un importante ruolo in tutto il Mediterraneo con la possibilità di valorizzare ulteriormente il comparto del quale è leader (lo yachting), ma anche marine e approdi di piccole dimensioni o i porti commerciali per quanto riguarda la pesca e la logistica.

Il distretto lavora sullo sviluppo di attività legate all’innovazione e alla tecnologia mettendo a punto azioni dedicate ai cantieri, alle imprese della filiera, alle marine e ai porti.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn